0 Flares 0 Flares ×

Non vi stupirete se man mano che l’estate si fa più calda e afosa i nostri post diventano sempre più brevi. Le vacanze si avvicinano, le valigie sono quasi pronte e il mare ci aspetta. Dopo sette mesi finalmente riuscirò a raggiungere la mia amata Puglia, Zia Lucia e Daniela. Ancora pochi giorni e vi mostreremo i nostri pranzi pugliesi.

Nel mentre concentriamoci sulla ricetta di oggi: le alici alla poverella o alici alla povera, un antipasto semplice e gustoso.
La preparazione non richiede molto tempo; il procedimento è infatti molto simile alle classiche Zucchine alla Poverella, di cui Zia Lucia ci ha parlato agli inizi di maggio.

Questa ricetta può essere anche utilizzata per conservare le alici rimaste dopo una golosa scorpacciata di frittura di pesce, ecco da dove deriva il nome alici alla povera.
ALICI ALLA POVERELLA (per 4 persone)
1kg alici
farina
olio di arachidi
olio extravergine d’oliva
1 bicchiere aceto
2 spicchi aglio
1 mazzetto di menta

La prima operazione che dovrete compiere non è delle più piacevoli. Gli esperti della cucina non avranno nessun problema a pulire un chilo di alici fresche, invece per chi come noi è meno esperto vi riassumiamo i suggerimenti di Zia Lucia: per prima cosa dovete decapitare le alici e sviscerarle, apportando un taglio orizzontale sulla pancia del pesce.

A questo punto lavate velocemente le alici e asciugatele tamponandole con carta assorbente. Passatele nella farina e friggetele, girandole finchè non saranno diventate dorate, in abbondante olio per frittura (Zia Lucia usa l’olio di arachidi).  Per eliminare l’olio in eccesso disponetele su qualche foglio di carta da cucina, per poi sistematele in una pirofila.
In un pentolino versate un filo d’olio extra vergine d’oliva e fate dorare due spicchi d’aglio. Raggiunta la doratura aggiungete un ciuffo di menta tagliata in modo grossolano e mezzo bicchiere di aceto di vino bianco. Fate evaporare l’aceto e versate il composto sulle alici già disposte nella pirofila, aggiungendo sale a vostro piacimento.
escolate ripetutamente con delicatezza prima di servire in tavola, possibilmente dopo qualche ora affinché il condimento diventi efficace.

written by Ilaria

Categories: Puglia, Zie d'Italia

Leave a Reply


  • Ardiri Photo Wedding
  • Apulia Digital Stock
  • Workshop
  • Autoservizi Amodio