2 Flares 2 Flares ×

Il secondo appuntamento con i mercoledì foodografici in versione “interviste foodografiche”, vede come protagonista Emiliano Zanichelli e il suo progetto di fotografia del cibo intitolato Sofisticazioni alimentari.

Non ho avuto il piacere di conoscere personalmente Emiliano ma abbiamo esposto nella stessa collettiva a Torino, in occasione del festival Play With Food.

Sono rimasta molto colpita da questo progetto di fotografia del cibo, se così si può definire. I suoi scatti sono elaborazioni decisamente interessanti, Emiliano manipola il cibo e lo trasforma, suscitando nello spettatore molti spunti di riflessione.

Ma preferisco lasciarvi alle sue parole e alle fotografie.

Emiliano Zanichelli (1)
Cos’ è per te la fotografia?
La fotografia è uno strumento di conoscenza e indagine. è un’attività che sta conquistando sempre più tempo e spazio nella mia vita.

Emiliano Zanichelli (6)

C’è qualcosa che ami fotografare più di ogni altra cosa?
No, direi di no. Anche se in questo momento mi interessa molto il paesaggio, in particolare la campagna antropizzata, che mi sembra assomigli sempre di più ad uno stabilimento industriale all’aperto.

Emiliano Zanichelli (5)

Come ti sei avvicinato alla fotografia del cibo e com’è nato questo progetto?
Ho sempre lavorato, anche se da punti di vista diversi, nel settore ambientale (sono ingegnere). Penso che nella scelta dello stile di vita non abbiano rilevanza soltanto gli aspetti tecnologici: mangiare la verdura coltivata nel mio orto non è meno importante che installare un impianto fotovoltaico sul tetto. Mangiare, nutrirsi, è qualcosa di troppo importante per farlo distrattamente. Con il progetto Sofisticazioni alimentari ho cercato di esplorare il sottile limite tra orribile e meraviglioso, quando scienza e tecnologia alterano il naturale e lo trasformano in artificiale. Immagini disturbanti per spingere lo spettatore a fermarsi un istante, con la forchetta sospesa, pensando bene a cosa si sta mettendo in bocca.

Emiliano Zanichelli (4)

Qual’è il tuo fotografo preferito?
Impossibile sceglierne uno. Ultimamente i ritratti di Ryan McGinley, i notturni di Gregory Crewdson, i paesaggi di Kai-Uwe Shulte-Bunert.

Emiliano Zanichelli (3) Emiliano Zanichelli (2)
 

info@emilianozanichelli.com
www.emilianozanichelli.com

Leave a Reply


  • Ardiri Photo Wedding
  • Apulia Digital Stock
  • Workshop
  • Autoservizi Amodio