5 Flares 5 Flares ×

Un’alternativa vegetariana al ragù di braciola, un golosissimo antipasto o semplicemente un modo per  utilizzare il pane raffermo accumulato durante l’intera settimana, queste sono le polpette di pane, una ricetta povera pugliese che fa fede al motto di Zia Lucia “In cucina non si butta via niente”.

Quando la carne era un lusso che pochi potevano permettersi nelle cucine monopolitane il piatto principale della domenica era costituito da un sugo a base di lardo e polpette di pane. Oggi la tradizione si è  trasformata unendo al ragù di braciole, di cui vi ho parlato nel precedente post, questa gustosissima ed economica ricetta.

INGREDIENTI (per 4 persone)
400 g pane raffermo
3  uova
1  spicchio d’aglio
1 ciuffetto di prezzemolo
200 g di pecorino grattugiato
Olio extra vergine di oliva
Sale
Pepe

PROCEDIMENTO
Riducete il pane in pezzetti più piccoli, mettetelo in una ciotola capiente e ricopritelo d’acqua. Lasciatelo riposare una decina di minuti e quando sarà diventato morbido, strizzatelo per bene in modo da eliminare l’acqua in eccesso e sbriciolatelo con le mani in una ciotola.

Aggiungete il formaggio grattugiato, il prezzemolo e l’aglio tritato, sale e pepe. Naturalmente per i palati più delicati consiglio di ridurre la quantità d’aglio o addirittura di eliminarlo.

A questo punto aggiungete le uova, una alla volta e mescolate il composto con una forchetta fino a raggiungere una consistenza ottimale.

Amalgamate gli ingredienti impastando con le mani e create tante palline di una grandezza media, come potete vedere dalle foto.

Mettete sul fuoco medio/alto una padella con due dita d’olio, attendete che l’olio brilli, evitando però che superi il punto di fumo. Adagiate le polpette nella  pentola. Attenzione però se ne mettete troppe la temperatura dell’olio si abbassa incidendo sulla cottura.
Fate cuocere le polpette di pane sullo stesso lato fino a quando non avranno raggiunto la doratura, giratele e lasciatele cuocere finché non avranno raggiunto consistenza croccante.

Una volta cotte adagiatele su un foglio di carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Servitele bollenti come antipasto oppure immergetele nel sugo del ragù. In alternativa per i vegetariani è possibile preparare un sugo semplice con soffritto di cipolla, un litro di salsa di pomodoro, sale, pepe e basilico.

written by Ilaria

Categories: Puglia, Zie d'Italia

Leave a Reply


  • Ardiri Photo Wedding
  • Apulia Digital Stock
  • Workshop
  • Autoservizi Amodio